Questioni legali

Tutte le procedure mediche presso la clinica ISIDA sono eseguite in conformità alle leggi dell’Ucraina. Un quadro giuridico favorevole ci permette di fornire un’ampia gamma di servizi ai nostri pazienti.

Gli specialisti della nostra clinica rispettano gli obblighi della norma nazionale di qualità DSTU ISO 9001:2015. Il trattamento presso la nostra clinica soddisfa anche gli standard internazionali ed è certificato dagli auditor tedeschi LGA – InterCert.

La Legislazione

Secondo l’articolo 123 del Codice della famiglia dell’Ucraina del 10 gennaio 2002 n. 2947-III “Riconoscimento dell’origine di un bambino nato mediante l’uso di tecnologie di riproduzione assistita”:

1. In caso di nascita di un bambino concepito con metodi di fecondazione in vitro, il marito della madre è considerato padre, previo suo consenso scritto.

2. Nel caso di trasferimento di un embrione di una coppia di coniugi, concepito con l’aiuto della fecondazione in vitro, nel corpo di una madre surrogata, i genitori del bambino sono i coniugi.

3. Due coniugi legittimamente uniti in matrimonio sono riconosciuti come i genitori di un figlio nato dalla moglie dopo il trasferimento nel corpo della stessa di un embrione concepito dal marito e da un’altra donna con l’aiuto della fecondazione in vitro.

Secondo l’Ordinanza del Ministero della Salute dell’Ucraina n. 787 del 09 settembre 2013 “Su approvazione della procedura per l’uso delle tecnologie di riproduzione assistita”, è consentito l’uso delle seguenti tecnologie:

  • Fertilizzazione in vitro (IVF);
  • Donazione di ovociti;
  • Crio-conservazione di ovuli, spermatozoi ed embrioni;
  • Tecnologie integrative durante il programma IVF:
    ICSI;
    Schiusa ausiliaria;
    Diagnosi genetica pre-impianto (PGD).
  • Maternità surrogata (nella nostra clinica, questa tecnologia viene utilizzata esclusivamente per motivi di necessità medica) con l’impiego delle seguenti tecnologie:

Embrioni

Trasferimento embrionale

Per la fertilizzazione in vitro, la legislazione raccomanda di trasferire non più di uno o due embrioni. Se approvato dai medici curanti, può essere trasferito un differente numero di embrioni.

Crio-conservazione

La crio-conservazione degli embrioni è permessa. Gli embrioni congelati possono essere usati nelle fasi successive. La legislazione ucraina non determina il periodo di conservazione degli embrioni. Il trasporto di embrioni all’estero non è proibito, ma le sue condizioni non sono determinate in modo chiaro. In caso di trasferimento di embrioni, è importante prestare particolare attenzione al supporto legale di questa procedura.

Riduzione embrionale

Se l’inizio di una gravidanza multipla può rappresentare una minaccia per la vita e la salute della donna coinvolta, in alcuni altri casi la procedura di rimozione di un certo numero di embrioni è consentita dalla legge. Questa decisione è presa congiuntamente dal medico e dalla donna incinta. Condizione necessaria per la riduzione, che deve avvenire prima della 10° settimana di gravidanza, è il consenso scritto della paziente.

Donazione di ovociti e spermatozoi

La donazione

La donazione di ovuli e spermatozoi in Ucraina è anonima e avviene solo per motivi medici e previo consenso scritto dei pazienti. Secondo la legge, i donatori non possono rivendicare la potestà genitoriale nei confronti del nascituro.

Il donatore non riceve informazioni sul beneficiario delle cellule e sui bambini nati.

I requisti per le donatrici degli ovociti sono alti. Può essere una donna di età compresa tra i 20 e i 32 anni con una salute fisica soddisfacente, senza malattie ereditarie, deve aver già partorito un bambino sano, senza cattive abitudini o manifestazioni fenotipiche negative.

Domande frequenti

Richiedi una consulenza gratuita