/ / Un approccio migliorato ai programmi integrati della FIV
 
       
 

Un approccio migliorato ai programmi integrati della FIV

Un approccio migliorato ai programmi integrati della FIV

La clinica ISIDA ha introdotto un nuovo approccio ai programmi integrati della FIV. Da ora includono ICSI e vetrificazione – due potenti componenti necessari per aumentare l'efficacia della fecondazione in vitro.

L'aspetto maschile. L'utilizzo del metodo ICSI

Uno dei ruoli principali nella fecondazione di successo appartiene allo sperma ed alla sua capacità di raggiungere l'obiettivo. Maggiore è la quantità, migliore è la mobilità e la qualità delle cellule maschili, maggiore è la probabilità di ottenere risultati positivi. Anche in condizioni ottimali, ci sono situazioni in cui la fecondazione non si verifica. Nel 12% dei casi, i motivi del fallimento rimangono sconosciuti. Tuttavia, l'utilizzo del metodo ICSI può ridurre il rischio di fallimento di quasi 6 volte!

Il termine ICSI (Intra Cytoplasmic Sperm Injection) significa "l'iniezione di sperma nel citoplasma dell'ovulo". Con l'aiuto di speciali micromanipolatori, l'embriologo fa una puntura nell'ovulo ed inietta uno spermatozoo in esso. Solo uno spermatozoo viene utilizzato per la fertilizzazione, dopo che è stato accuratamente selezionato per la corretta struttura e l'elevata mobilità. Durante l'uso, questo metodo ha dimostrato i suoi vantaggi: se il metodo in vitro utilizzato in precedenza ha avuto successo nel 65% dei casi, ICSI ha aumentato questo indicatore al 99%.

Questo metodo ha permesso di ridurre i rischi associati alla variabilità degli spermatozoi. Malattie, l'uso di farmaci, qualsiasi situazione stressante alla vigilia del campionamento di sperma può peggiorare le sue caratteristiche e ridurre le possibilità di fecondazione di successo. Il metodo ICSI consente di tenere conto delle caratteristiche del corpo di ogni paziente ed ottenere il massimo risultato.

L'aspetto femminile. Preparazione del corpo e vetrificazione

Per una fecondazione di successo, è importante non solo ottenere un embrione qualitativo, ma anche creare condizioni ottimali per il suo sviluppo nel corpo femminile. Il fatto è che durante il periodo di stimolazione, metà delle donne ha condizioni sfavorevoli per l'impianto di embrione. I farmaci ormonali utilizzati per stimolare la maturazione degli ovuli possono influire negativamente sulla condizione della mucosa endometriale interna, a cui è collegato l'embrione. Se il livello degli ormoni dopo la stimolazione è troppo alto, si consiglia di attendere il trasferimento dell'embrione fino al ciclo successivo. Ciò è possibile con la crioconservazione degli embrioni mediante vetrificazione, che viene anche utilizzata per l'iperstimolazione ovarica. Con l'aiuto della vetrificazione i medici possono adattarsi al ciclo del corpo femminile e trasferire l'embrione nel momento più favorevole per esso.

La vitrificazione è un metodo di congelamento degli embrioni che garantisce un livello molto alto di conservazione della vitalità cellulare. La procedura viene eseguita nella fase di 5-7 giorni di maturazione dell'embrione. Durante il periodo più favorevole per l'impianto, viene scongelato e trasferito nel corpo della futura madre. Ciò aumenta significativamente l'efficacia della gravidanza. I programmi integrati della FIV in ISIDA includono la crioconservazione degli embrioni, anche quando non è necessario trasferire gli embrioni per un periodo successivo. Uno degli embrioni ottenuti viene trasferito, mentre altri sono vetrificati per una possibile gravidanza in futuro.

"Il metodo ICSI e la vetrificazione ci hanno dato l'opportunità di adattarci alle caratteristiche individuali del corpo di ogni paziente. Riducendo al minimo il rischio nelle fasi di fecondazione dell'ovulo e l'impianto dell'embrione nel corpo della futura mamma, l'efficacia della FIV aumenta significativamente – la probabilità di gravidanza delle donne sotto i 35 anni dal primo tentativo è del 60%! Grazie all'efficacia di ICSI ed alla vetrificazione, cresce la fiducia nel successo, che consente di trasferire solo un embrione, escludendo la gravidanza multipla", dice andrologo, genetista, embriologo, endocrinologo della clinica ISIDA, Eugenia Ulayeva.

Per ulteriori informazioni sui programmi integrati della FIV, si prega di contattare gli specialisti della clinica ISIDA!